Primo Levi: I giorni e le opere

“Primo Levi: i giorni e le opere”
dal 18 al 28 aprile 2018 a Palazzo di Primavera, Terni

La complessa figura di Primo Levi intellettuale, scrittore e testimone è indagata nei pannelli di questa mostra dal titolo “Primo Levi: i giorni e le opere”.

Un approfondimento sulla sua scrittura, coltivata prima, durante e dopo della prigionia, e una riflessione sulla forza della sua testimonianza, portatrice di un’urgenza etica che, con l’esperienza del campo di concentramento, ha permeato tutta la sua opera e il suo pensiero.
E la chimica e il chimico? È evidente che non si potrebbe avvicinare Levi scrittore, intellettuale e testimone senza ricordare quanto la chimica abbia contato per lui: la chimica è uno dei fattori che gli hanno permesso di sopravvivere a Auschwitz e, più tardi, di mantenersi ai margini di quegli ambienti propri ai letterati e alle loro case editrici a cui Levi si sentiva estraneo.

Primo Levi: la Letteratura, la Chimica, l’Antifascismo, la Resistenza, la Deportazione, l’Impegno politico, l’Impegno civile. La mostra prosegue il suo tour per l’Italia facendo tappa a Terni, per proporre, attraverso fotografie e documenti d’epoca, uno dei percorsi umani e letterari più emozionanti del secolo scorso.

 

Per prenotare la loro visita gratuita, le scolaresche interessate alla mostra potranno contattarci ai recapiti:

T. 0744 549 726  e 0744 549 728

o inviare una mail a roberta.argenti@comune.tr.it

 

“Primo Levi: i giorni e le opere”
Palazzo di Primavera, via G. Bruno, 3 – Terni
dal 18 al 28 aprile 2018
Orari: tutti i giorni 10-13 / 16-19; sabato 10-13; lunedì chiuso

 

Organizzazione:

A.N.P.I. Umbria e A.N.P.I. Terni;

con il supporto di A.N.E.D. (Associazione Nazionale ex-Deportati nei campi nazisti) e Museo diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà;

con il Patrocinio di Regione dell’Umbria, Provincia di Terni, Comune di Terni

 

Dal 18 al 28 aprile 2018

“Primo Levi: i giorni e le opere”

a Palazzo di Primavera a Terni

 

 

La complessa figura di Primo Levi intellettuale, scrittore e testimone è indagata nei pannelli di questa mostra dal titolo “Primo Levi: i giorni e le opere”.

Un approfondimento sulla sua scrittura, coltivata prima, durante e dopo della prigionia, e una riflessione sulla forza della sua testimonianza, portatrice di un’urgenza etica che, con l’esperienza del campo di concentramento, ha permeato tutta la sua opera e il suo pensiero.
E la chimica e il chimico? È evidente che non si potrebbe avvicinare Levi scrittore, intellettuale e testimone senza ricordare quanto la chimica abbia contato per lui: la chimica è uno dei fattori che gli hanno permesso di sopravvivere a Auschwitz e, più tardi, di mantenersi ai margini di quegli ambienti propri ai letterati e alle loro case editrici a cui Levi si sentiva estraneo.

Primo Levi: la Letteratura, la Chimica, l’Antifascismo, la Resistenza, la Deportazione, l’Impegno politico, l’Impegno civile. La mostra prosegue il suo tour per l’Italia facendo tappa a Terni, per proporre, attraverso fotografie e documenti d’epoca, uno dei percorsi umani e letterari più emozionanti del secolo scorso.

 

Per prenotare la loro visita gratuita, le scolaresche interessate alla mostra,

potranno contattarci ai recapiti:

T. 0744 549 726  e 0744 549 728

o inviare una mail a roberta.argenti@comune.tr.it

 

“Primo Levi: i giorni e le opere”

Palazzo di Primavera, via G. Bruno, 3 – Terni

dal 18 al 28 aprile 2018

Orari: tutti i giorni 10-13 / 16-19; sabato 10-13; lunedì chiuso

 

Organizzazione:

A.N.P.I. Umbria e A.N.P.I. Terni;

con il supporto di A.N.E.D. (Associazione Nazionale ex-Deportati nei campi nazisti) e Museo diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà;

con il Patrocinio di Regione dell’Umbria, Provincia di Terni, Comune di Terni

 

 

Altre news